vadoetorno
trattori
autobus
diesel

L’ECOCOMPATIBILITÀ TROVA IL SUO RATING

Dalla collaborazione di Vado e Torno e LifeGate nasce Mobility Revolution Truck, l’unico rating che consente di misurare l’impatto in termini di sostenibilità di tutti i veicoli per il trasporto merci. E la rivoluzione non è che all’inizio… Da una parte Vado e Torno, che nel 1968, prima rivista italiana dell’autotrasporto, pubblica la prova su strada di un camion, il Fiat 616, con rilevazione dei consumi. Dall’altra LifeGate, il punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile delle persone e delle imprese, centro di aggregazione (oggi il network lifegate.it conta una community di circa 5 milioni di utenti) e ‘strumento’ per diffondere consapevolezza e nuovi stili di vita, anche nel mondo della mobilità.
Via all’Indice prestazioni
Nel 1975 Vado e Torno per prima prova un 44 ton, il Fiat 180, sulla lunga distanza. E nell’83, introduce l’Indice prestazioni che pescando dalle ormai numerose prove su strada consente di confrontare l’efficienza dei veicoli. Grazie alle intuizioni ‘visionarie’ del suo fondatore, Marco Roveda, nel Duemila LifeGate comincia il suo lungo percorso costruendo un media network (in principio sito web, LifeGate Radio, e LifeGate Magazine, oggi una piattaforma digitale con forte connotazione social), mettendo al centro i temi dello stile di vita sostenibile che diventano sempre più attuali. Un’idea così innovativa da meritare il Premio Cenacolo Rcs 2002 per l’innovazione nell’editoria. Negli anni la mobilità diventa sempre più tema centrale della sostenibilità e qualche anno dopo LifeGate lancia Mobility Revolution, un’iniziativa di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile che comprende progetti, servizi e strumenti per informarsi e orientare scelte e comportamenti in materia di mobilità. Così Mobility Revolution si arricchisce di strumenti concreti applicati all’auto e lancia un vero e proprio rating mirato a sensibilizzare imprese e privati sulle questioni ambientali e sociali inerenti al consumo di combustibili fossili e alle emissioni di CO2 degli autoveicoli.
Dal 1993 tutti i diesel hanno un rating
Nel 1993, Vado e Torno compie un altro passo importante e introduce l’Indice diesel che, sulla scorta dell’enorme banca dati costruita anche grazie alla rivista Diesel edita dal 1989, accompagna l’uscita di ogni nuova motorizzazione automotive e industriale, marina o stazionaria, permettendo di evidenziarne il livello tecnologico. Dal canto suo, LifeGate con Mobility Revolution, negli anni entra sempre più a far parte del criterio di scelta degli italiani che attraverso gli strumenti offerti dal rating MR (consultabile dal sito lifegate.it), sono supportati nel scegliere un’auto valutandone il reale impatto ecologico, passando dalle emissioni di CO2 e di NOx, dai consumi, ma anche da fattori come il risparmio sui costi di gestione grazie alle agevolazioni che diverse città italiane concedono ai veicoli più rispettosi dell’ambiente.
Tutti gli aspetti della sostenibilità
Con Mobility Revolution finalmente gli automobilisti hanno la possibilità di valutare, mettendole direttamente a confronto, le caratteristiche che più di altre definiscono la sostenibilità di un’auto: innovazione tecnologica, tipologia di trazione, sicurezza, comfort e serenità di guida, tipo di motorizzazione, di cambio, sistemi elettronici e ausili alla sicurezza. Anche aspetti prima poco valutati come peso, impronta a terra, altezza, rapporto peso/potenza e investimenti nella sostenibilità della casa automobilistica, con Mobility Revolution entrano a far parte dei criteri di scelta di un’auto, sia dei privati, sia delle imprese. Perché ogni sforzo per migliorare l’automobile ha riflessi positivi su ognuno di noi e sulla mobilità in generale. Oggi, LifeGate e Vado e Torno si uniscono per compiere, insieme, un altro importante passo: nasce l’indice Mobility Revolution Truck, che consente di racchiudere in un solo numero la valutazione di impatto sostenibile di qualsiasi veicolo per il trasporto merci, dal piccolo ‘cubo’ per la distribuzione in città al supertir da 44 ton che viaggia in autostrada. Un rating che per la prima volta si estende all’intero veicolo e alla sua progettazione, con una valutazione che prende spunto dalle esperienze in campo tecnico e tecnologico accumulate da Vado e Torno unite a quelle sulle tematiche di sostenibilità e di impatto ambientale che fanno da sempre parte del Dna di LifeGate. Una miscela di saperi che di fatto porta a costruire uno standard da cui nei prossimi anni non si potrà prescindere. «L’impatto ambientale del trasporto su gomma, nell’agricoltura e nel trasporto passeggeri è notevole», sottolinea Stefano Corti, direttore generale di LifeGate, «ci piace pensare che la nascita di questa nuova declinazione di Mobility Revolution porti i suoi benefici effetti anche in queste aree della mobilità». Perché Mobility Revolution Truck muove dalla precisa esigenza di un autotrasporto che non può e non vuole essere più considerato come mero strumento, anonimo tramite, in una catena produttiva che, al contrario, si sta sempre più caratterizzando non solo per le qualità intrinseche ma, anche e soprattutto, per l’impatto che ha sull’ambiente circostante. In un mondo che guarda sempre più attentamente non solo a quanto si inquina, ma a come si arriva al prodotto finale, a quali processi è stato sottoposto e quali costi si sono dovuti sopportare, compreso quello ambientale, prima di averlo sul banco del supermercato o nelle nostre case, anche il modo di trasportarlo acquista un’importanza fino a qualche anno fa impensabile.
Niente sarà più come prima
Con una opinione pubblica sempre più sensibile al tema ecologico non sarà infatti più possibile né pensabile proporre prodotti, specialmente se rivolti specificamente a un consumatore già orientato verso la ‘fascia verde’ del mercato o se appartenenti al segmento ‘premium’, che non abbiano alle spalle un percorso virtuoso. Compreso un trasporto realizzato con veicoli di cui si possa parlare, che possano essere esibiti o che possano portare un valore aggiunto alla logistica di distribuzione se non addirittura al prodotto stesso. E non è che l’inizio della rivoluzione… Vado e Torno e LifeGate, dopo i truck, sono infatti pronti a declinare Mobility Revolution anche nelle applicazioni Tractor e Bus, coprendo di fatto tutte le declinazioni della mobilità legate a imprese e persone.: